Tratto da un articolo scritto da Hakki Ozmorali 
e pubblicato su Worldofdirectselling.com il 28/05/2023

Le celebrità sono state utilizzate per molto tempo come strumento di marketing per creare associazioni con i marchi. Tali  endorsements si sono dimostrati efficaci nel creare credibilità nei confronti di un prodotto o di un’azienda in generale.

Marketing delle celebritàA seconda della strategia complessiva dell’azienda e di quel prodotto specifico, il testimonial può essere una star del cinema, un musicista, un modello, un atleta o anche un ex politico. Se l’azienda opera in più paesi, è una buona idea che la figura scelta sia ben nota a livello internazionale. Generalmente le caratteristiche ricercate sono la familiarità di tale figura per il target di riferimento, l’affidabilità e l’attrattività.

Pertanto, l’efficacia di un programma di marketing per celebrità dipende dal trovare la figura giusta per quel prodotto o attività e, ovviamente, dall’esecuzione successiva del programma con successo. La stabilità e l’affidabilità personale della celebrità sono fondamentali per il successo del programma. Quando tutti i pezzi si incastrano, tali campagne possono portare enormi vantaggi. D’altra parte, ci sono anche grossi fallimenti che rovinano sia l’immagine del marchio che quella dell’azienda.

Mentre alcune delle celebrità compaiono solo su cataloghi di prodotti, siti Web o campagne pubblicitarie, il coinvolgimento di altri potrebbe andare più in profondità essendo un portavoce o il “volto” del marchio o dell’intera azienda per periodi di tempo più lunghi.

Il settore della vendita diretta non fa eccezione quando si tratta di utilizzare questo strumento di marketing. Ecco alcuni esempi:

AMWAY

Star del cinema come Alan Ladd , Sandra Bullock  e  Teresa Palmer , il calciatore internazionale  Ronaldinho …CONTINUA su worldofdirectselling.com